naufragio (deposito da)
installazione - in progress

Francesca Caraffini 2010
zoom +

avvistamenti
CamminArt Parco del Serio - Villa di Serio (BG)
22-29 Maggio 2010

Spazio Polaresco, Bergamo
25 Giugno -09 Luglio 2010

Artinborgo San Sebastiano Curone (AL)
01-31 Agosto 2010

Disimballati
Abbiategrasso (MI)
17 Settembre 2010

Coffebrek - Museo G. Gianetti Saronno (VA)
Ottobre 2011

Premio Basi Castilglione della Pescaia (GR)
Agosto 2012

 

Naufragio
(deposito da)

       Costruirò un deposito da naufragio, lasciando nella
       sabbia i miei ricordi, perché potrei naufragare un
       giorno e non ricordare più chi sono.
       E questo, più della morte, mi spaventa.



In un’isola di sabbia alcuni contenitori (numerati 1/me, 2/me…) conservano immagini e oggetti che costituiscono nel loro insieme i miei ricordi.
Affidati al tempo sbiadiranno, come sempre avviene, ma costituiranno un deposito di emergenza in caso di naufragio della memoria: una possibilità di sopravvivere grazie a queste “derrate per l’anima”.

L’idea è mutuata da un’usanza tipica della marineria dei primi del ‘900 che approntava questi depositi lungo le coste delle isole battute dalle rotte mercantili.
Un inventario (presto visibile in questa stessa pagina) accompagna questi oggetti raccontando qualcosa di me.

La memoria è il filo conduttore di una serie* di opere in progress che indagano sul senso del ricordo, la perdita e il ritrovamento di sé.
*Trilogia della memoria [Ascendenza, Naufragio (deposito da), Ritorno]

DI PROSSIMO INSERIMENTO LE IMMAGINI DI SAN SEBASTIANO CURONE, ATTUALMENTE VISIBILI NEL PDF DI PRESENTAZIONE + view pdf +